Tempo di lettura: 1 Minuti

Un liceo scientifico per sport invernali, l’ok del MIUR

Un liceo scientifico per sport invernali, l’ok del MIUR

Il Miur dà il via al progetto didattico di un liceo scientifico per sport inveranli. Sarà una scuola in provinca di modena a fare da "apripista". L'a

Valditara, il nuovo capo dell’università italiana?
La scuola cambia, la buona scuola non del tutto
Compiti delle vacanze, quando il troppo stroppia

Il Miur dà il via al progetto didattico di un liceo scientifico per sport inveranli. Sarà una scuola in provinca di modena a fare da “apripista”.

L’apripista è l’incaricato di aprire ufficialmente la pista da sci prima di una gara di discesa. In questo caso la dicitura calza a pennello. L’Istituto Superiore “Cavazzi” di Pievepelago, in provincia di Modena ha ricevuto l’ok dal Ministero della pubblica istruzione per far partire il proprio progetto didattico incentrato sugli sport invernali. Sarà la prima scuola italiana di questo tipo.

I licei sportivi sono già da qualche tempo una realtà in Italia. Nessuno di quelli esistenti, però, ha la caratteristica specifica di dedicarsi solo alle discipline sciistiche e affini. Con un comunicato ufficiale il Miur ha dato il via libera a questa innovazione didattica richiesta dal liceo scientifico della piccola località appenninica del modenese. Proprio questa mattina il Ministro Marco Bussetti ha firmato il decreto.

Cosa prevede il progetto

L’obiettivo dichiarato dai promotori è quello di fornire al territorio un polo scolastico sportivo dal doppio scopo. Prima di tutto c’è la precisa volontà di fermare lo spopolamento della zona. Per evitare che i giovani vadano via dall’Alto Appennino si offre loro una formazione molto specifica in loco, così da creare un’eccellenza locale. In seconda battuta, si punta a coinvolgere non solo i ragazzi della zona, ma ad allargare l’attrattiva all’intera Regione e oltre ancora. Per questo motivo l’istituto metterà a disposizione degli iscritti una residenza. Una foresteria che consentirà di limitare gli spostamenti, notoriamente complicati nelle zone di montagna.

Il Liceo sarà rivolto ai giovani atleti degli sport invernali e a tutti coloro che vogliano acquisire la Maturità scientifica coniugandola con l’attività sportiva. Saranno previste collaborazioni con la FISI (Federazione Italiana per gli Sport Invernali) e, sempre nell’ottica di limitare l’abbandono del territorio, si instaurerà un corridoio preferenziale con l’Università di Modena e Reggio Emilia.

Le parole del Ministro Bussetti

Ho firmato con convinzione questo decreto – ha commentato il Ministro Marco Bussetti – abbiamo bisogno di una scuola che innovi, che risponda alle esigenze di nostri giovani e, al contempo, che valorizzi le specificità dei territori. L’esperienza di Pievepelago sarà seguita con attenzione affinché possa diventare un esempio, un modello”.

#FacceCaso

Di Tommaso Fefè

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0