Tempo di lettura: 2 Minuti

Calcio, a scuola con…Daniele De Rossi

Calcio, a scuola con…Daniele De Rossi

Che scuola hanno frequentato i calciatori italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Primo episodio: Daniele De Rossi. Vi siete mai ch

L’Europeo dei Social: nazionali e calciatori più seguiti
Il calcio diventa lezione all’università
Quote rosa nel calcio: nasce la Lazio Women 2015

Che scuola hanno frequentato i calciatori italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Primo episodio: Daniele De Rossi.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti calciatori del calibro di Buffon, Chiellini o De Rossi? Noi sì. E per risponderci (o meglio, per rispondervi) abbiamo ideato una nuova rubrica nella quale ogni settimana ripercorreremo la carriera scolastica di uno sportivo.

Per questo primo appuntamento ci siamo concentrati su un atleta che ha incarnato e incarna tuttora la vera e propria essenza della romanità e soprattutto del “romanismo”: Daniele De Rossi. Capitano della Roma da poco meno di due anni, DDR è ormai noto per la sua straordinaria personalità.

Una personalità che dalle parti di Ostia ricordano eccome. E’ in questa storica frazione litoranea di Roma, infatti, che Daniele è nato e cresciuto insieme al papà Alberto (allenatore della Primavera giallorossa da quasi 15 anni), alla mamma Michela e alla sorella minore Ludovica. Ed è qui che De Rossi ha mosso i suoi primi passi da calciatore e anche da…studente.

Ma veniamo al dunque: dove ha studiato Daniele De Rossi? La risposta è semplice, al Complesso Scolastico Internazionale Giovanni Paolo II, una scuola paritaria sita in Corso Duca di Genova 157 nella quale DDR ha frequentato il liceo linguistico con risultati, però, non troppo esaltanti.

I suoi impegni calcistici, infatti, hanno sottratto molto tempo allo studio, facendogli perdere persino un anno scolastico. Ciò nonostante Daniele ha sempre dimostrato un’intelligenza e una preparazione decisamente fuori dal comune. Doti che ha avuto modo di mettere in mostra in più occasioni, anche quando è tornato nella sua vecchia scuola per promuovere la campagna “A Scuola di Tifo”.

Quella volta disse che in fondo la scuola un pochino gli manca. In particolare gli mancano quegli anni della sua vita che lui ha definito “romantici”. Romantici come un bacio dato alla maglia della Roma, come una corsa sotto la Curva Sud o come un “DANIELE DE ROSSI” urlato a squarciagola.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0