Tempo di lettura: 3 Minuti

Amatrice: nasce il giornalino scolastico per i Giovany

Amatrice: nasce il giornalino scolastico per i Giovany

Nell’Istituto omnicomprensivo della città di Amatrice, in collaborazione con le redazioni di Rietinvetrina.it e Radiomondo, prende avvio l’iniziativa

Sergio Pirozzi risponde alle accuse: “Io faccio il sindaco, non il tecnico”
Il sistema scuola ha retto al terremoto del Centro Italia: il “tasso di autocontenimento” non crolla
Amatrice: quando la Terra trema, non sta a badare a scuole e chiese

Nell’Istituto omnicomprensivo della città di Amatrice, in collaborazione con le redazioni di Rietinvetrina.it e Radiomondo, prende avvio l’iniziativa del giornalino scolastico per promuovere la diffusione d’informazione tra i giovani.

Il Corriere della Laga prende avvio da idee nobili e, grazie ad una redazione che si riunisce settimanalmente, racconta gli studenti di Amatrice con articoli, foto, poesie e testi di vario genere.

Gli studenti che partecipano all’iniziativa si riuniscono a scuola, sede del giornale, dove tutti i ragazzi – dai più piccoli ai più grandi – possono dare il loro contributo con elaborati di ogni genere.

La collaborazione tra studenti è un punto cardine, ma lo è altrettanto quella tra i docenti di tutti i gradi e ordini, che fanno capo ai due insegnanti chiave che rispondono al nome di Laura di Cesare e Carmine del Regno.

Come un vero e proprio giornale, ci sarà una stampa e distribuzione su Amatrice in formato cartaceo, ma ogni edizione verrà anche pubblicata in formato digitale sul sito delle due testate in collaborazione e sul sito della scuola.

Il fine è quello di pubblicizzare e promuovere nella maniera più rapida Amatrice e la sua scuola, che sta mettendo, teoricamente e non, mattoncino su mattoncino per ricostruirsi da zero. Un’iniziativa sicuramente degna di nota che si prefissa l’obiettivo di incoraggiare “buone prassi contro le devianze giovanili e la dispersione scolastica imparando a diventare giornalisti”.

Infatti, la potenzialità di questo giornalino è grandissima, perché rappresenta un’occasione sia per chi ne fa parte, sia per chi riceve il prodotto finale. Gli studenti potenziano le loro competenze comunicative imparando il mestiere, che si discosta molto dalle solite attività di scrittura svolte nelle aule scolastiche. La partecipazione degli alunni è infatti un’opportunità creativa per esprimersi e per far arrivare la voglia di ripartire da capo a tutti coloro che abbiano la curiosità di ascoltare.

Amatrice si è dimostrata il nostro fiore all’occhiello dopo la tragedia, ma questi splendidi progetti ci insegnano che per riprendersi dopo un brutto avvenimento bisogna aprirsi all’innovazione e reinventarsi tutti insieme.

#FacceCaso

Di Ludovica Sampalmieri

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0