Tempo di lettura: 1 Minuti

La Scuola può salvare il pianeta?

La Scuola può salvare il pianeta?

La Scuola di Melbourne e l’iniziativa “zero rifiuti”. Per salvare il pianeta, vengono coinvolte le famiglie e nasce un vero e proprio team di sostenib

Cambiamenti climatici: vi presentiamo il progetto “Mahres”
Sapienza: appuntamenti da lunedì 25 febbraio a domenica 3 marzo
Quanto ha preso Greta in pagella?

La Scuola di Melbourne e l’iniziativa “zero rifiuti”. Per salvare il pianeta, vengono coinvolte le famiglie e nasce un vero e proprio team di sostenibilità.

La Scuola istruisce, informa e orienta. Consente ai giovani una formazione ed è sempre per questi ultimi un punto di ritrovo. E per il pianeta, cosa può fare? In questi giorni, in cui tutti gli occhi sono puntati sulla foresta Amazzonica e sulle battaglie per dire stop alla plastica, qual è il ruolo giocato dalla Scuola?

La Scuola di Melbourne: l’iniziativa per salvare il pianeta

Il Melbourne Girls College (MCG), in Australia, sa quanto è importante avvicinare i giovani alle tematiche ambientali. Anche perché sono gli stessi studenti ad aver palesato preoccupazione per il loro futuro.
In ballo, vi è anche un fattore economico. Secondo quanto riportato da Leggo, nello scorso anno la scuola ha speso 13.000 dollari, circa, per la rimozione di 1.000 metri cubi di immondizia.
E per questo, ha portato in campo un’iniziativa davvero particolare: quella di ridurre la produzione di rifiuti.
Come?

Il coinvolgimento delle famiglie

I dirigenti dell’istituto hanno chiesto aiuto alle famiglie.
L’intento è quello di avvicinare anche la famiglia ad un modo di pensare più sostenibile.
Così facendo, le famiglie persuase contribuirebbero, ad esempio con porta-pranzo ecosostenibili per i propri figli.

Il team di sostenibilità

L’iniziativa prevede la nascita del team di sostenibilità.
Si tratterà di un team di studenti, che a loro volta saranno i controllori degli altri studenti.
Il team non solo vigilerà, ma premierà anche chi sposerà la causa. A questi saranno regalati dei gettoni che cumulati porteranno alla vincita di un premio.

I dati sono quanto mai allarmanti. L’Amazzonia brucia e i nostri mari sono ormai sormontati dalla plastica. Ma questo deve poter essere un campanello d’allarme per tutti. Anche per gli studenti.
Anche se vi sentite un punto minuscolo nell’universo, basta un piccolo gesto per contribuire.
Un gesto semplice per salvare il pianeta.

#FacceCaso

Di Claudia Marano

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0