Tempo di lettura: 2 Minuti

Dante colpisce ancora giovany (e voi potreste farci un figurone)

Dante colpisce ancora giovany (e voi potreste farci un figurone)

Allo scoccar della mezzanotte del fatidico 31 Dicembre 2020 uscimmo a riveder le stelle (cit by Dante eh). Il tanto agognato 2021 è arrivato con langu

Vincere 4.000 euro grazie ad un video? Non perderti l’occasione di provare!
Arte e cultura a Palermo: 50 dipinti nell’università
Tasse troppo alte: le università italiane tra le più care d’Europa

Allo scoccar della mezzanotte del fatidico 31 Dicembre 2020 uscimmo a riveder le stelle (cit by Dante eh). Il tanto agognato 2021 è arrivato con languore di nostalgica cultura, così un anniversario particolare sembra aver dato il via alle danze…

Tutti almeno una volta nella vita ci siam ritrovati a sentir parlare del padre della lingua italiana, di quest’autore che ancora affascina moltissimi e trascina con sé anche numerose interrogazioni: è proprio lui, Dante Alighieri.

In più, mano nella mano con Virgilio, questi ha ispirato tantissimi, dal singolo di Murubutu e Claver Gold “Infernum”, in cui vengono reinterpretati in chiave moderna su basi rap/trap i più celebri canti dell’Inferno, alla recitazione e commento di Benigni che un tempo mandavano sulla rai.

Insomma, alzi la mano chi non ha mai dovuto studiare la biografia del Sommo Poeta e soprattutto, chi si ricorda ancora tutte le date a memoria. Tra uno svenimento e l’altro, a qualcuno potrebbe tornar in mente questa data in particolare: settembre del 1321. Notate nulla di strano? Ebbene, questa è la data di morte del nostro carissimo, ciò significa che quest’anno cade il 700° anniversario da quando è venuto a mancare.

Da qui nasce l’iniziativa “L’anno di Dante” ed in particolare, l’hashtag #ParolaDiDanteFrescaDiGiornata targata Accademia della Crusca, che consiste nel postare giornalmente una citazione o delle parole iconiche e desuete dei suoi scritti, in cui viene poi riportato il corrispettivo verso ed un breve commento.

Perché sprecare quest’iniziativa da nativi digitali?

D’altronde siamo agli sgoccioli e, per quel che si dice, il 18 Gennaio gli studenti dovrebbero riuscire a rientrare a scuola, in modo da ricominciare le interrogazioni in presenza e le infinite lezioni sulle mille analogie della Commedia.

Concentrarsi a casa è difficile, ma una spinta social potrebbe giovare alla memoria; d’altro canto, si sta abbastanza sui social network e potrebbe risultare utile scorgere qualche post con qualche parola desueta, aiutando anche a menzionare più facilmente certe parti o certe situazioni … e magari potreste farci un figurone con la professoressa o il professore che non vi suscita cotanta simpatia, o come direbbe qualcuno: “sterco che dalli uman privadi parea mosso”.

E voi lo sapevate?

#FateceCaso

Di Alessia Sarrica

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0