Tempo di lettura: 2 Minuti

Effetto Pipistrello: sport e disabilità in un video che parla di Calcio Non Vedenti

Daniele Frontoni presenta "Effetto Pipistrello", un cortometraggio che parla di Calcio Non Vedenti e che vede protagonista la realtà romana ASDD Roma

Parliamo di droga. Puntata 1: la cocaina
Holly e Benji che sorpresa! Pronto il ritorno nel 2018
La vita a stelle e strisce di un romano che insegue i suoi sogni

Daniele Frontoni presenta “Effetto Pipistrello”, un cortometraggio che parla di Calcio Non Vedenti e che vede protagonista la realtà romana ASDD Roma 2000.

Sport e disabilità in un video che parla di Calcio Non Vedenti e che vede protagonista la realtà romana ASDD Roma 2000. Meno di cinque minuti per un cortometraggio dal titolo “Effetto Pipistrello”, in cui giocano gli atleti della ASDD Roma 2000 – Sport Disabili Visivi, squadra di calcio per ipovedenti e ciechi, a cui il regista Daniele Frontoni ha dedicato il suo ultimo corto che sarà disponibile sul canale YouTube @iosonofrontoni . Il corto, la cui sceneggiatura è firmata da Valerio Molinaro, è stato realizzato con il patrocinio del Comitato Italiano Paralimpico, la Regione Lazio, il Comune di Roma e il CONI – Comitato Regionale Lazio.

«Sono nata cieca. A volte sono triste, ma poi penso ai ragazzi meno fortunati di me, quelli che mi prendono in giro. A loro è andata peggio. Sono nati senza cuore», sono le parole di Cecilia Camellini, ex atleta non vedente, campionessa europea, mondiale e paralimpica nello stile libero e nel dorso. Si apre con la citazione della sportiva Camellini il nuovo cortometraggio su sport e disabilità di Daniele Frontoni, la cui sceneggiatura è firmata da Valerio Molinaro e per cui fotografia, riprese e montaggio, sono a cura di Maurizio Rinaldi.

Al video hanno preso parte insieme a Frontoni e Molinaro, anche Franco Belardinelli, Patrizio Licata, Nicolò Madia, Lorenzo Sisinni, gli atleti Costantino Chianello, Michela Cota, Federico Franchi, Julian Corciova, Lorenzo Ciprelli, il responsabile tecnico della ASDD Roma 2000 Sauro Cimarelli, il tecnico Luca Mazza con i tecnici di squadra Filippo Bangrazi e Alma Desolati.

«Ho conosciuto questa realtà molto tempo fa, quando con mio cugino Giuseppe Falcão (figlio di Paulo Roberto) siamo stati agli Europei di Calcio a 5 Non Vedenti» – dichiara Frontoni che, racconta – «In quell’occasione ho conosciuto Sauro, allenatore e uomo meraviglioso che dedica la sua vita ad atleti speciali, per cui ho sentito il desiderio di fare qualcosa per rendere la loro realtà, il più nota possibile e per lanciare il messaggio di quanto la vita sia più forte di tutto», conclude il regista.

Da quel giorno in cui Daniele incontra la realtà diretta da Sauro Cimarelli, sono passati degli anni ed una pandemia di mezzo, ma il pensiero è cresciuto dentro di lui e, finalmente, si è concretizzato in un progetto audiovisivo solidale, che ha visto la luce sul suo canale YouTube “io sono Frontoni”. L’opera mostra quanto lo sport sia fondamentale nella disabilità, com’è fondamentale che realtà del genere siano mostrate e raccontate pubblicamente il più possibile.

Il cortometraggio “Effetto Pipistrello” è stato reso pubblico nei giorni in cui Frontoni è entrato a far parte come testimonial, della grande famiglia di AISM | Associazione Italiana Sclerosi Multipla, con cui condivide l’impegno e l’interesse per la SM, di cui sua madre è affetta da trent’anni. Una storia che Frontoni ha raccontato nel suo precedente corto dal titolo “Oltre Tutto”, che ha gareggiato fino alla finale del Vertical Movie Festival 2021.

Solidarietà e storie di vita, sono queste le leve che muovono la creatività di Daniele Frontoni e della sua squadra, con cui è appena stato selezionato per la sezione corti ai David di Donatello 2021, con il suo cortometraggio “Il Pescatore”.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0