Tempo di lettura: 1 Minuti

A scuola con… Jovanotti!

A scuola con… Jovanotti!

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Oggi tocca alla voce del popolo: Jovanotti. Vi siete mai

Google pronta a rivoluzionare le notizie
Fare fortuna in Cina? Il master dell’Inps può fare al caso vostro!
Latino al cinema? Merito de “Il primo Re”

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Oggi tocca alla voce del popolo: Jovanotti.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti personaggi come Salvini, PIF o Salmo? Noi sì. E visto il successo della nostra rubrica sugli sportivi, abbiamo deciso di allargare il campo, includendo nella nostra indagine attori, musicisti, politici e chi più ne ha più ne metta.

Oggi ad esempio ci concentreremo sulla carriera scolastica di una popstar che ultimamente, con i suoi personalissimi Beach Party, sta letteralmente infiammando i litorali di tutta Italia. Ovviamente è di lui che stiamo parlando, di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti.

Prima che uno straordinario musicista, Lorenzo è soprattutto un uomo di cultura. Attraverso la sua musica, infatti ha sempre affrontato temi particolarmente delicati, spaziando dal sociale al politico e dimostrando di possedere un bagaglio di conoscenze non indifferente, frutto di esperienze concrete e di un percorso formativo culminato con un diploma.

Quale? Quello di Liceo Scientifico. Jovanotti lo ha ottenuto presso il “Marcello Malpighi” di Roma, l’istituto superiore statale sito in Via Silvestri 301 al quale il cantautore originario di Arezzo si era iscritto dopo aver frequentato le elementari alla “2 Ottobre 1870” di Via Santa Maria alle Fornaci.

Uomo di cultura dicevamo ma non un grande studioso. Jova ha infatti rivelato che il giorno del suo esame orale di maturità si è presentato di fronte alla commissione piuttosto impreparato e che è stata la paura a farlo sentire a suo agio, aiutandolo a mantenere il controllo. All’ultimo concerto a Marina di Cerveteri ha anche dichiarato: “Il presidente di commissione decise di alzarmi il voto mettendomi 44 perchè recitai a memoria il testo di “Rapper’s Delight”. Una figata”.

E chissà se avrà provato le stesse emozioni quando è stato chiamato a tenere una lezione di fronte alla platea di Harvard o quando gli è stato detto che sarebbe diventato addirittura una materia di studio. Quel che è certo è che Jovanotti di emozioni ne trasmette parecchie quando imbraccia una chitarra e impugna un microfono perché a differenza dello studiare quello gli riesce da Dio.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0